28 October 2013

Ti chiamerò casa (per qualche mese)


Quando arrivai a Wellington avevo un piano preciso: una settimana in albergo e poi in appartamento.
Alcuni link di siti web su cui fare ricerche per trovare casa mi vennero forniti sia dalla compagnia di recruiting sia dalla consulente per l'immigrazione che mi seguiva.
Pur avendoci messo buona volontà le settimane in albergo diventarono due.

Che vento fa oggi?



Spesso le persone partono con una convinzione: questo è l'inferno, dall'altra parte troverò il paradiso. E' opportuno sfatare questo genere di miti. L'idea che mi sono fatto è che, comunque, si debba scendere a compromessi.
Mi spiego meglio.
Se dove stai attualmente non ti trovi bene cerca di capire cosa non ti faccia stare bene e che cosa tu sia disposto a perdere/cambiare per cercare di stare meglio da un'altra parte. 


16 October 2013

IELTS




Può sembrare una cosa scontata, lo so, eppure bisogna sapere  l'inglese prima di partire verso una qualsiasi destinazione di lingua anglosassone.

E non intendo dire saperlo a spizzica e bocconi, come quando si va in vacanza e si chiedono le informazioni in inglese maccheronico.

Ovviamente bisogna essere in grado di sostenere un colloquio in inglese, essere in grado di relazionarsi con recruiter o con il futuro datore di lavoro.


15 October 2013

Visita medica




Eccomi qui pronta per parlarvi della nostra visita medica!!!
Dunque, noi ci siamo informati tramite la nostra consulente per l'immigrazione riguardo a dove poter svolgere questa visita.

Difatti ci sono solo alcuni studi medici che sono "convenzionati" con l'immigrazione.

Per quanto riguarda la Nuova Zelanda sono solo quattro in tutta Italia: Milano, Roma e Messina (2).

La nostra scelta è ricaduta ovviamente su Milano.


07 October 2013

Il Viaggio - 5


Era l'alba di un nuovo giorno, lo vedevo nascere e gli andavo incontro.
Il profumo delle brioches calde in aereo si spargeva in fretta, il sole che sorgeva all'orizzonte riusciva a filtrare dai finestrini... ero quasi felice.
Ricontrollai la mappa sul pannello elettronico che avevo davanti, non mancava ancora molto.

Il Viaggio - 4


Il tempo spaventa
Lo spazio lo percorri, il tempo lo aspetti, è lui che scorre.
Quando andai a Barcellona sentii il problema spaziale perchè ero a 1200 km da casa, ma la mattina io e Veronica ci davamo il buongiorno alla stessa ora via chat. E la sera ci sentivamo dopo cena. Due cene diverse, lontane centinaia di Km, ma consumate nello stesso tempo, virtualmente insieme. Idem dicasi per il periodo milanese.
Ora però questo metro di confronto, di paragone, questo simbolo di vicinanza perdeva completamente di significato.

Il fuso orario



Domenica scorsa, il 29 settembre, mi sono "divertito" a verificare i fusi orari dato che mi hanno cambiato l'ora e l'unica avvisaglia proveniva dal mio orologio meccanico che si sentiva più spaesato di me.
Fino a sabato 28/09 la differenza oraria tra Italia e Nuova Zelanda si fermava a 10 ore.